A3 Prospezione del territorio finalizzata all’individuazione di siti di reintroduzione

L’analisi dei dati di letteratura storica relativi alla distribuzione pregressa di C. maritima, unita alle informazioni relative alle esigenze stazionali ed alla collocazione della specie in seno alle comunità costiere(derivate dai dati delle azioni A1 e A2), consentirà di focalizzare le esplorazioni di campo per la ricerca di nuovi siti su ambiti territoriali circoscritti. L’obiettivo è quello di identificare i siti in cui la specie target non solo incontra situazioni pedoclimatiche favorevoli, ma è anche in grado di inserirsi all’interno di consorzi vegetali che possano offrire una buona probabilità di attecchimento e di diffusione autonoma nel medio-lungo termine. La scelta dovrà cadere su micrositi che consentano a C. maritima di potersi eventualmente espandere verso l’entroterra in risposta ai presunti cambiamenti della morfologia costiera dovuto all’innalzamento del livello marino in seguito a diversi scenari di riscaldamento globale. Basandosi in particolare sulle pregresse segnalazioni della specie target ottenute dalla letteratura e da fonti storiche, l’area costiera di Custonaci sarà una delle aree privilegiate nel corso delle indagini di campo, assieme ad altre aree in cui C. maritima è scomparsa nel recente passato, come l’Isola di Favignana o il settore costiero del territorio di San Vito Lo Capo e Monte Cofano.

137 Visite totali, 1 visite odierne