A1 Inventario georiferito e caratterizzazione delle popolazioni attuali (distribuzione, demografia, diversità genetica)

La fase conoscitiva sta alla base di qualunque programma di conservazione. In relazione a ciò è necessario raccogliere dati informativi riguardanti la specie target e il suo habitat attuale in tutti i siti che ospitano i popolamenti finora noti. Per ogni popolazione di Calendula maritima si procederà alla stima della consistenza numerica e alla delimitazione del perimetro dei singoli nuclei di piante, effettuato mediante dispositivo GPS con precisione submetrica. Per ogni popolazione saranno inoltre effettuati numerosi rilievi secondo il metodo fitosociologico allo scopo di indagare la presenza e il grado di frequenza e copertura delle specie vegetali con cui C. maritima si accompagna, nell’ottica di effettuare valutazioni sul ruolo ecologico e sul dinamismo delle comunità vegetali di appartenenza. Inoltre, poiché nella stessa area di ripartizione della specie target è spesso presente anche la specie congenere C. fulgida, oltre a diverse entità intermedie di probabile origine ibrida, saranno raccolti dati su alcuni caratteri morfologici e sarà effettuata una stima quali-quantitativa della ripartizione percentuale di morfotipi ascrivibili alla specie target, a C. fulgida ed agli ibridi fra le due specie. Tutti i dati raccolti saranno utilizzati per l’implementazione di un database georiferito, che rappresenterà la base di partenza per tutte le attività di monitoraggio relative ai trend evolutivi a scala di specie e di singola popolazione, previste dal progetto e da condurre oltre i tempi del progetto.

Riguardo ai problemi di inquinamento genetico e alla minaccia che esso rappresenta per la specie target, è necessario effettuare una caratterizzazione genetica di C. maritima e delle entità affini allo scopo di discriminare le provenienze di sicura identità su cui concentrare le azioni di conservazione. Poiché non esistono marcatori molecolari specifici per C. maritima, attraverso tecniche di sequenziamento di nuova generazione (NGS – Next Generation Sequencing) sarà effettuato un assemblaggio de novo del trascrittoma (la parte trascritta del DNA) delle due specie C. maritima e C. fulgida al fine di identificare, attraverso il confronto tra i due trascrittomi, sequenze esclusive di C. maritima, sulle quali disegnare marcatori specie-specifici che consentano di distinguere inequivocabilmente la specie target dalle entità ibride. Le attività da svolgere prevedono l’estrazione dell’RNA totale ed il successivo sequenziamento dell’intero trascrittoma di C. maritima e C. fulgida utilizzando la tecnica dell’RNA sequencing (RNASeq), sulla base della quale saranno individuate sequenze specifiche e relativi marcatori molecolari associati. Successivamente, con i marcatori isolati sarà effettuata la genotipizzazione di tutte le popolazioni della specie target per identificare e selezionare in maniera inequivocabile le provenienze da propagare, reintrodurre e diffondere nelle azioni successive (Azioni C1, C2, C3 e C7).